Immagine anteprima YouTubeNella sesta parte dell’intervista a Silvio Canape’, uno dei più lucidi sindacalisti della Fiom degli anni ’60 , ’70 e ’80,  ci spiega come la Fiat, alla fine degli anni ’60, dovette adeguarsi alle nuove sfide alle quali il sindacato la costrinse e di come il sindacato fungeva da parte decisionale nello stabilire il rapporto tra addetti e produzione.

Silvio poi propone un exursus sull’unita’ sindacale e sullo storico isolamento in cui Cisl e Uil hanno relegato la Cgil, sullo sfondo della Guerra Fredda, del boom economico e delle commesse della Standa.

L’intervista e’ stata realizzata da Roberto Pozzati per Laikablog.it, il blog dei giovani della “Cgil che Vogliamo”.

Tutta l’intervista è sottotitolata in italiano (attivabile con il tasto CC) con la possibilità di traduzione in tutte le lingue di YouTube.

Condividi